Pagina Facebook Twitter

Por Campania Fesr 2007-2013 - Evento Annuale

Por Campania Fesr 2007-2013 - Evento Annuale
  • Si è tenuto alla Mostra d’Oltremare di Napoli, durante l’edizione 2014 di Smau, l’evento annuale del Por Campania Fesr 2007-2013. Un momento strategico che ha posto particolare attenzione ai temi dell’Innovazione e del trasferimento tecnologico.

    Durante l’incontro sono stati evidenziati i dati che hanno caratterizzato la crescita dei target di spesa e di certificazione del Por Campania FESR 2007-2013.

    La Campania si posiziona tra le prime regioni d’Italia, prima nel Mezzogiorno per gli investimenti in Ricerca ed Innovazione.

    Durante l’intervento di Dario Gargiulo, Autorità di Gestione  del POR Campania FESR 2007\2013, sono stati presentati i target di spesa raggiunti dal POR FESR Campania 2007-2013 che è  arrivato a una spesa certificata (dati a novembre 2014) ammontante a 2.154.057.884 euro, pari al 47,07% della dotazione finanziaria del Programma Operativo.

    Un risultato importante che si è potuto raggiungere grazie ad azioni che hanno permesso di migliorare la governance e semplificare i processi. Una strategia top-down che ha coinvolto la politica sviluppando un’azione programmatrice che convergesse su alcuni temi, come ad esempio la Banda Ultralarga, unita ad una attività di programmazione bottom up, realizzata nel corso degli ultimi 18 mesi, che ha coinvolto enti locali, Università, Imprese e Scuole.  Grazie a queste azioni sinergiche si sono potuti raggiungere risultati straordinari che hanno consentito di destinare 971 milioni di euro per la Ricerca e l’Innovazione, 850 milioni di euro per le scuole (interventi in sicurezza, accessibilità e dotazioni tecnologiche) e produrre un avviso per circa 1,4 miliardi di euro per gli enti locali.

    Una rimodulazione anticipatoria della programmazione 2014/2020 come testimonia l’attenzione allo sviluppo tecnologico e al mondo dell’istruzione.

    Il Direttore Generale della DG Ricerca della Regione Campania, Avv. Silvio Uccello,  ha illustrato gli interventi promossi a sostegno dello sviluppo della banda Ultralarga e dello sviluppo digitale in Campania, con la realizzazione di nuove infrastrutture di rete in fibra ottica che consentono una nuova  connettività a vantaggio di servizi innovati per la Sanità, per la Pubblica Amministrazione, per le imprese e per la  produzione scientifica.

    Le tecnologie e la ricerca per innalzare il livello di competitività,  il sostegno alle filiere strategiche dell’Aerospazio e dell’Automotive, il potenziamento della didattica nelle scuole e per gli Enti di ricerca, sono i temi che hanno caratterizzato la tavola rotonda, moderata dal Responsabile degli Obiettivi Operativi 2.1 e 2.2, il Dott. Giuseppe Russo a cui hanno preso parte il presidente dell’Unione industriali di Napoli, Ambrogio Prezioso e i rappresentanti dei consorzi che hanno sottoscritto i contratti di programma.

    La grande importanza di sostenere la Ricerca e la produzione industriale di altissima qualità è stata ribadita dal mondo industriale, risultando essere elemento strategico di crescita e di sostenibilità di un intero sistema socio-economico, come ribadito anche dal rettore della Federico II, il Prof. Gaetano Manfredi, il quale ha ricordato l’importanza degli interventi del POR a sostegno di un sistema universitario in grado di offrire ai propri studenti strutture all’avanguardia e prospettive di crescita intellettuale  a beneficio del mondo del lavoro e della società.

    Una strategia, quella del Por Campania Fesr 2007/2013, che ha "creato i presupposti per la crescita del territorio", come sottolineato dal vicepresidente della giunta regionale della Campania, il Prof. Guido Trombetti,  il quale ritiene l’accelerazione della spesa una best practice “che sarà replicata anche nell’ambito della nuova Programmazione 2014/2020 perché altro non è che l’accelerazione dei processi amministrativi che grazie ad una buona Governance sono riusciti a dare risposte alle progettualità già disponibili e in tempi brevi”.