Pagina Facebook Twitter

Quali sono gli obblighi del Beneficiario nei confronti della Regione Campania?

  • Con la stipula della Convenzione il Beneficiario si obbliga a garantire:

    • la conformità delle procedure alle norme comunitarie e nazionali (art.60 Reg. (CE) n. 1083/2006) in particolare in materia di concorrenza, mercati pubblici, ambiente e pari opportunità;

    • un sistema di contabilità separata (art. 60 Reg. (CE) n. 1083/2006) per l’operazione e la costituzione di un conto di tesoreria e/o conto corrente per entrate e uscite relative, esclusivamente, a tutte le operazioni afferenti il POR Campania FESR 2007-2013;

    • l’indicazione su tutti i documenti di spesa riferiti al progetto del POR Campania FESR 2007- 2013, dell’Obiettivo Operativo pertinente, del titolo dell’operazione e del codice CUP ad essa associato, ovvero l’apposizione sui documenti di spesa del timbro recante la dicitura “operazione cofinanziata con il POR Campania FESR 2007 – 2013 Obiettivo Operativo…….”, nel rispetto degli obblighi di informazione e pubblicità dettati dal Reg. (CE) n. 1083/2006;

    • l’emissione, per ciascuna operazione cofinanziata nell’ambito del POR Campania FESR 2007 - 2013, di documenti di spesa distinti ovvero la chiara imputazione della quota di spesa corrispondente a ciascuna operazione;

    • il rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale sull’ammissibilità delle spese;

    • il rispetto degli adempimenti stabiliti dal bando di selezione e dall’atto di concessione;

    • l’invio al Responsabile di Obiettivo Operativo ovvero ad altro soggetto indicato, alle scadenze comunicate e con le modalità richieste dal Responsabile di Obiettivo Operativo, dei dati relativi all’attuazione delle attività/operazioni finanziate, necessari ad alimentare il monitoraggio finanziario, procedurale e fisico;

    • l’attestazione delle spese effettivamente sostenute e quietanzate nel periodo di riferimento, unitamente alla copia della documentazione tecnico/amministrativa/contabile relativa alle attività/operazioni finanziate;

    • per tutte le operazioni di valore superiore a 1 Meuro, l’attestazione circa la natura dell’operazione al fine di definire l’applicabilità della norma di cui all’Art. 55 del Reg. (CE) n.1083/2006, come modificata dal Reg. (CE) n.1341/2008;

    • nel caso in cui l’opera rientri nel campo di attuazione dell’art. 55, l’applicazione della metodologia per il calcolo delle entrate fornita dal Responsabile di Obiettivo Operativo e la trasmissione delle relative risultanze allo stesso, nonché il monitoraggio periodico delle entrate in base a quanto precisato nel Capitolo 7 del manuale di attuazione, versione 2;

    • la restituzione della quota parte del finanziamento che sarà indicata dal Responsabile di Obiettivo Operativo qualora le entrate riferibili al progetto superino il calcolo effettuato in applicazione della metodologia sopra citata;

    • il rispetto delle procedure definite nella pista di controllo secondo le specifiche indicazioni del Responsabile di Obiettivo Operativo;

    • l’istituzione del fascicolo di progetto contenente la documentazione tecnica, amministrativa e contabile in originale, ovvero in formato elettronico; l’implementazione e la trasmissione, in occasione di ciascuna domanda di rimborso, della check list per il controllo documentale ordinario del Beneficiario;

    • il rispetto del cronoprogramma dell’operazione di cui al decreto di ammissione a finanziamento, con particolare riferimento alla tempistica per l’aggiudicazione delle gare di appalto;

    • il rispetto degli adempimenti in materia di informazione e pubblicità nei casi e con le modalità previste dall’art. 8 del Reg. CE n. 1828/2006 e secondo le specifiche dettate dall’Autorità di Gestione nelle Linee guida e strumenti per comunicare il POR Campania FESR 2007-2013 manuale adottate con DD. n°94 del 23 aprile 2009, nonché la trasmissione di tutte le pubblicazioni e dei materiali informativi/divulgativi prodotti con il sostegno dei Fondi in coerenza con le regole sull’ammissibilità della spesa;