Pagina Facebook Twitter

Con quali atti sono disciplinati i rapporti tra Regione Campania e Beneficiario?

  • Il Responsabile di Obiettivo Operativo (ROO), in seguito all’espletamento della procedura per la selezione delle operazioni e dei beneficiari, adotta il decreto di ammissione a finanziamento, con il quale:

    • viene dato atto dell’esito positivo della verifica dell’applicazione dei criteri di ammissibilità e di priorità dell’Obiettivo Operativo alla selezione dell’operazione, nonché del rispetto delle regole di ammissibilità relative al Programma;
    • per le operazioni a titolarità regionale di valore superiore ai 10 MEURO viene preso atto del parere favorevole del Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici (NVVIP); - vengono impegnati i fondi necessari sul capitolo di bilancio appositamente istituito per i singoli Obiettivi Operativi del Programma;
    • viene indicato il tasso di partecipazione del FESR e vengono, altresì, indicate le eventuali altre fonti finanziamento che concorrono al finanziamento dell’operazione;
    • viene indicato il Beneficiario dell’operazione;
    • viene approvato lo schema di convenzione che contiene gli obblighi cui il beneficiario deve ottemperare e le condizioni di erogazione del finanziamento;
    • viene, eventualmente, indicato il termine per l’avvio dei lavori o del servizio/fornitura;
    • vengono indicati i tempi per l’esecuzione dell’operazione;
    • viene definito il quadro economico dell’operazione.

    In seguito alla adozione del decreto di ammissione a finanziamento e la successiva notifica al beneficiario, il Responsabile di Obiettivo Operativo ed il rappresentante legale del Beneficiario sottoscrivono la convenzione che contiene gli obblighi delle parti e tutte le condizioni di erogazione del finanziamento.