Avviso pubblico per l'individuazione di interventi finalizzati al riuso e alla rifunzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata


Avviso pubblico per l'individuazione di interventi finalizzati al riuso e alla rifunzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata

22/11/2018 - Approvati i decreti di ammissione a finanziamento e di liquidazione del primo 10% di 17 dei 18 comuni in graduatoria.

---------------------------------------------------

23/04/2018 - Pubblicato sul BURC il decreto dirigenziale n. 32 del 20/04/2018 che approva la graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento a valere sulle risorse del POR FESR Campania 2014/2020 e la graduatoria dei progetti idonei ma non finanziabili per esaurimento delle risorse disponibili.

---------------------------------------------------------------------

19/03/2018 - Nominata, con il decreto dirigenziale n. 17 del 16/03/2018, la commissione di valutazione delle proposte progettuali presentate in risposta all'Avviso per l’individuazione di interventi finalizzati al riuso e alla ri-funzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata nell'ambito dell'Accordo in materia di sicurezza, legalità e coesione sociale in Campania e ammesse alla fase di valutazione.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

13/03/2018 - Approvato l'elenco dei Comuni le cui proposte progettuali hanno superato la fase dell'ammissibilità formale e sono state ammesse alla valutazione. 

Visualizza il decreto dirigenziale n. 13 del 13/03/2018 che approva l'elenco dei progetti non ammissibili e ammissibili alla valutazione a valere sul POR FESR Campania.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

09/02/2018 - Con decreto dirigenziale n. 8 del 02/02/2018 è stata istituita la commissione mista incaricata di svolgere l'istruttoria circa l'ammissibilità formale delle istanze di partecipazione all'Avviso pubblico per l'individuazione di interventi finalizzati al riuso e alla rifunzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata.

------------------------------------------------------------------------------------------------------

30/01/2017 - Come è noto, in data 31 gennaio p.v. scade il termine per la presentazione delle proposte progettuali relative all’ Avviso per l’individuazione di interventi finalizzati al riuso e alla ri-funzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata nell'ambito dell'Accordo in materia di sicurezza, legalità e coesione sociale in Campania.

Si rammenta al riguardo di verificare la completezza della documentazione allegata, poiché la mancanza anche di un solo elemento costituirà causa di esclusione.

A tal fine si richiama l’art.6 del summenzionato Avviso, nella parte in cui sono elencati i documenti da inoltrare:

  • “Modello di Domanda” (Allegato 2);
  • “Modello per la presentazione dei progetti PON Legalità o POR Campania” (Allegati 3 e 4), da compilare in ogni parte richiesta a cura del Rappresentante Legale dell’Ente Proponente o da un suo delegato;
  • almeno due fotografie del bene immobile;
  • stralcio del piano regolatore generale e/o del piano urbanistico generale o attuativo, sul quale è indicata la localizzazione dell’intervento da realizzare e la destinazione d’uso dell’immobile;
  • elaborati grafici e planimetria dell’intervento comprendenti lo stato attuale e futuro del bene immobile interessato relativo allo stato attuale e futuro;
  • computo metrico-estimativo di massima con prezzi unitari ricavati da prezziari o dai listini ufficiali vigenti nella Regione;
  • descrizione della tipologia di ristrutturazione che si intende realizzare (cfr. art. 3, lett. d) del DPR n. 380/2001);
  • delibera di Giunta attestante l’assunzione dell’impegno da parte del proponente a sostenere l’onere derivante dalla manutenzione e la gestione dell’impianto per almeno i 5 anni successivi alla conclusione del progetto;
  • decreto di trasferimento dell’immobile effettuato ai sensi della normativa di settore;
  • documentazione attestante l’affidamento del bene mediante procedura ad evidenza pubblica a soggetti terzi, o dichiarazione di impegno ad affidare il bene mediante procedura ad evidenza pubblica, nel caso non sia stato ancora affidato;
  • atto di validazione del RUP e/o atto amministrativo che attesti il livello di progettazione, ai sensi del D. Lgs. n. 50/2016.

Si rammenta che i documenti sopra citati devono essere spediti tramite posta elettronica certificata (PEC) agli indirizzi indicati nell’Avviso.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

12/01/2018 - Prorogato il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al 31/1/2018 (Decreto Dirigenziale e fascetta,  n. 3 dell'11/01/2018).

-----------------------------------------------------------------------

04/01/2017 - Disponibile il file excel Modello di presentazione dei progetti (allegato 4), completo di istruzioni, da compilare in alternativa al file word.

-----------------------------------------------------------------------

02/01/2018 - Aggiornate le Faq al 02/01/2018

-----------------------------------------------------------------------

15/12/2017 - Aggiornate le Faq al 14/12/2017 e attivato il seguente servizio di supporto:

SUPPORTO - Il personale dell’Ufficio per il Federalismo e dei Sistemi Territoriali e della Sicurezza Integrata si rende disponibile ad incontrare i Comuni interessati a presentare istanza di partecipazione all’avviso per fornire informazioni e chiarimenti. E’ necessario fissare un appuntamento telefonando allo 081/7968347 o attraverso l’indirizzo di posta elettronica paola.cornali@regione.campania.it

***

Per la presentazione dell’Avviso rivolto a 123 Comuni della Regione Campania si sono svolti alcuni incontri organizzati dall’Ufficio per il Federalismo e dei Sistemi Territoriali e della Sicurezza Integrata e dagli Uffici dell’Autorità di Gestione del PON Legalità secondo il seguente calendario:

  • 20 novembre presso gli Uffici della Regione Campania per i Comuni localizzati sul litorale domizio e flegreo, nella cd. buffer zone e nell’area nord di Napoli;
  • 29 novembre presso la Prefettura di Salerno per i Comuni delle province di Avellino e Salerno;
  • 6 dicembre presso la Prefettura di Caserta per i Comuni delle province di Benevento e Caserta;
  • 7 dicembre presso la Prefettura di Napoli per i rimanenti Comuni della provincia di Napoli.

Si è registrata un’elevata partecipazione agli incontri, a testimonianza e conferma della particolare attenzione e sensibilità riservate dalle Amministrazioni locali interessate ai temi dell’iniziativa, volti a restituire alla collettività - con segni tangibili e attraverso fondi europei dedicati - l’uso di beni immobili confiscati alla criminalità, altrimenti destinati al deterioramento.

Nel corso degli incontri sono state proiettate slide di presentazione dell'Avviso.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

31/10/2017 - Approvato l'avviso pubblico per l'individuazione di interventi finalizzati al riuso e alla rifunzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata nell'ambito dell'Accordo in materia di sicurezza, legalità e coesione sociale in Campania.

Possono rispondere all’ Avviso i Comuni rientranti negli “Ambiti Territoriali Interessati” (Allegato 1 e 1 bis) dell’Avviso.

Le domande degli enti interessati dovranno pervenire, secondo le modalità di presentazione delle proposte progettuali indicate all’articolo 6 dell’Avviso, agli indirizzi ivi specificati entro e non oltre il 15/01/2018.

Al riguardo, farà fede la data riportata nella ricevuta di consegna della posta elettronica certificata. Le domande ricevute dopo il termine o secondo modalità difformi da quelle indicate nell’Avviso non saranno prese in considerazione e non saranno ammesse al processo di selezione.

Destinatari, modalità e termini di partecipazione sono dettagliati nell'avviso integrale.

Visualizza:

Gli interventi saranno finanziati attraverso l’attivazione di una strategia integrata e congiunta, che prevede l’utilizzo delle risorse nazionali del PON Legalità (Asse 3 “Favorire l’inclusione sociale attraverso il recupero dei patrimoni confiscati” - Obiettivo Specifico 3.1“Incremento della legalità nelle aree ad alta esclusione sociale e miglioramento del tessuto urbano nelle aree a basso tasso di legalità” - Priorità d’investimento 9.b – “Fornire sostegno alla rigenerazione fisica, economica e sociale delle comunità sfavorite nelle zone urbane e rurali” - Azione 3.1.1 “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la ri-funzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”), e regionali del POR Campania Fesr 2014-2020 (Asse 8 - Inclusione Sociale - Obiettivo Specifico 9.6 Aumento della legalità nelle aree ad alta esclusione sociale e miglioramento del tessuto urbano nelle aree a basso tasso di legalità” - Priorità d’investimento 9.b “Fornire sostegno alla rigenerazione fisica, economica e sociale delle comunità sfavorite nelle zone urbane e rurali” - Azione 9.6.6 - Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la ri-funzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie). Per il finanziamento delle iniziative di riqualificazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata, sono state complessivamente stanziate risorse pari a Euro 34.194.224,91, di cui Euro 16.200.000,00 a valere sull’Asse 3 del PON “Legalità" ed Euro 17.994.224,91 a valere sull’Asse 8 del POR Campania Fesr 2014-2020.