Pagina Facebook Twitter

Lettera O

  • Obiettivo Investimenti in Favore della Crescita e dell'Occupazione (IFCO)
    Sostituisce, inglobandoli, gli obiettivi “Convergenza” e “Competitività regionale ed occupazione” della programmazione 2007-2013. Rappresenta un obiettivo “generale” che trova applicazione su tutto il territorio dell’Unione Europea, con un’articolazione delle risorse differenziata in relazione a tre differenti categorie di Regioni: “Regioni meno sviluppate” (quelle che hanno un PIL pro capite inferiore al 75% della media comunitaria), “Regioni in transizione” (con un PIL pro capite compreso tra il 75% ed il 90% della media comunitaria) e “Regioni più sviluppate” (con un PIL pro capite superiore al 90% della media comunitaria).
     

    Obiettivo “Cooperazione territoriale europea” (CTE)
    È un obiettivo della politica di coesione dell’Unione Europea e incoraggia i territori di diversi Stati membri a cooperare mediante la realizzazione di progetti congiunti, lo scambio di esperienze e la costruzione di reti, promuovendo, così, un più armonioso sviluppo economico, sociale e territoriale dell'Unione Europea nel suo insieme.
    Le componenti della CTE sono tre:
    - la cooperazione transfrontaliera fra regioni limitrofe che mira a promuovere lo sviluppo regionale integrato fra regioni confinanti aventi frontiere marittime e terrestri in due o più Stati membri o fra regioni confinanti in almeno uno Stato membro e un paese terzo sui confini esterni dell'Unione diversi da quelli interessati dai programmi nell'ambito degli strumenti di finanziamento esterno dell'Unione;
    - la cooperazione transnazionale su territori transnazionali più estesi, che coinvolge partner nazionali, regionali e locali;
    - la cooperazione interregionale che coinvolge tutti i 28 Stati membri dell'Unione Europea e i Paesi EFTA/SEE e mira a rafforzare l'efficacia della politica di coesione, promuovendo lo scambio di esperienze, l'individuazione e la diffusione di buone prassi.

    Obiettivo Specifico
    Il risultato al quale contribuisce una priorità d'investimento o una priorità dell'Unione in uno specifico contesto nazionale o regionale mediante azioni o misure intraprese nell'ambito di tale priorità” (Articolo 2, punto 34 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE).

    Obiettivo Tematico
    Al fine di contribuire alla realizzazione della strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, e delle missioni specifiche di ciascun fondo conformemente ai loro obiettivi basati sul trattato, compresa la coesione economica, sociale e territoriale, ogni fondo SIE sostiene gli obiettivi tematici seguenti:
    1) rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione;
    2) migliorare l'accesso alle TIC, nonché l'impiego e la qualità delle medesime;
    3) promuovere la competitività delle PMI, del settore agricolo (per il FEASR) e del settore della pesca e dell'acquacoltura (per il FEAMP);
    4) sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori;
    5) promuovere l'adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi;
    6) preservare e tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse;
    7) promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete;
    8) promuovere un'occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori;
    9) promuovere l'inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione;
    10) investire nell'istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l'apprendimento permanente;
    11) rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un'amministrazione pubblica efficiente
    (Articolo 9 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE).

    Operatore Economico
    Qualsiasi persona fisica o giuridica o altra entità che partecipa all'esecuzione dell'intervento dei fondi SIE, a eccezione di uno Stato membro nell'esercizio delle sue prerogative di autorità pubblica” (Articolo 2, punto 37 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE).

    Operazione
    Un progetto, un contratto, un'azione o un gruppo di progetti selezionati dalle autorità di gestione dei programmi in questione o sotto la loro responsabilità, che contribuisce alla realizzazione degli obiettivi di una o più priorità correlate; nel contesto degli strumenti finanziari, un'operazione è costituita dai contributi finanziari di un programma agli strumenti finanziari e dal successivo sostegno finanziario fornito da tali strumenti finanziari” (Articolo 2, punto 9 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE).

    Organismo di Diritto Pubblico
    È un ente “istituito per soddisfare specifiche esigenze di interesse generale aventi carattere non industriale e commerciale, dotato di personalità giuridica e la cui attività è finanziata in modo maggioritario dallo Stato, dagli enti pubblici territoriali o da altri organismi di diritto pubblico” (Articolo 1, paragrafo 9, della Direttiva 2004/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio)

    Organismo Intermedio (OI)
    “Qualsiasi organismo pubblico o privato che agisce sotto la responsabilità di un'autorità di gestione o di certificazione o che svolge mansioni per conto di questa autorità nei confronti dei beneficiari che attuano le operazioni” (Articolo 2, punto 18 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE).