Pagina Facebook Twitter

Lettera G

  • Grandi Progetti
    È "un'operazione comprendente una serie di opere, attività o servizi in sé inteso a realizzare un'azione indivisibile di precisa natura economica o tecnica, che ha finalità chiaramente identificate e per la quale il costo ammissibile complessivo supera i 50.000. 000 EUR e, nel caso di operazioni che contribuiscono all'obiettivo tematico [...], qualora il costo ammissibile complessivo superi i 75 000 000 EUR" (articolo 100 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE).
    La considerazione n. 92 del preambolo del Regolamento (UE) n. 1303/2013 ricorda, inoltre, che “i grandi progetti rappresentano una quota considerevole della spesa dell'Unione e spesso rivestono un'importanza strategica in relazione al raggiungimento degli obiettivi della strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”.

    Gruppo Locale di Azione (GAL)
    È un gruppo (generalmente una società consortile) composto da soggetti pubbliciprivati del territorio che riceve finanziamenti per attuare strategie di sviluppo locale dirette a favorire il progresso di un’area  mediante la concessione di sovvenzioni a progetti locali. Il GAL è, in altri termini, uno strumento di programmazione che riunisce tutti i potenziali attori dello sviluppo (quali sindacati, associazioni di imprenditori, imprese, comuni, ecc.) nella definizione di una politica “concertata” elaborando e attuando le strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo (Articolo 34 del Regolamento (UE) n. 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE)

    Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT)
    Questo strumento è stato introdotto nella programmazione 2007-2013 con il Regolamento (CE) n. 1082/2006 ed è, secondo l’art. 1, “un gruppo europeo di cooperazione territoriale[...] costituito sul territorio della Comunità [...]. L'obiettivo di un GECT è facilitare e promuovere la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e/o interregionale, […] denominata «cooperazione territoriale» tra i suoi membri [...] al fine esclusivo di rafforzare la coesione economica e sociale”.
    Nella programmazione 2014-2020 il Regolamento (UE) n. 1302/2013 sancisce le procedure per i GETC.La considerazione n. 4 del Regolamento definisce che  “possono favorire la promozione e il conseguimento di uno sviluppo armonioso dell'Unione nel suo insieme e la coesione economica, sociale e territoriale delle sue regioni in particolare, contribuendo anche al raggiungimento degli obiettivi della strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva ("strategia Europa 2020"). I GECT possono altresì offrire un contributo positivo alla riduzione degli ostacoli alla cooperazione territoriale tra le regioni che presentano gravi e permanenti svantaggi naturali o demografici, tra cui le condizioni specifiche delle regioni ultraperiferiche, e possono risultare determinanti per il rafforzamento della cooperazione tra paesi terzi, paesi e territori d'oltremare (PTOM) e regioni frontaliere dell'Unione, anche mediante l'uso di programmi di cooperazione esterna dell'Unione”.

    GURI
    Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

    GUCE
    Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea